LinkedIn What’s on? Trova le differenze della nuova interfaccia!

La nuova interfaccia di Linkedin

Linkediners, ammettiamolo!

Anche noi siamo stati ad aggiornare la nostra pagina LinkedIn in maniera frenetica finché la tanto annunciata nuova interfaccia non si è palesata sul nostro desktop, facendoci così rientrare tra il 5% degli utenti che per adesso possono visualizzare il restyling del sito!

Euforici e famelici (è un po’ come quando la nostra squadra del cuore vince dopo un periodo di magra…è dal 2003, anno della sua fondazione, che LinkedIn non apporta modifiche così sostanziose!) cominciamo a scrollare la Home e le diverse sezioni in cerca dei tanto attesi ma anche un po’ temuti aggiornamenti e… scusa LinkedIn, dove sono queste novità? E chi tra noi le ha notate?

Che LinkedIn non abbia segreti per te o che sia già tanto che tu sappia della sua esistenza, questo social business network, new entry in casa Microsoft, non è da sottovalutare.

Il motivo? Ad oggi LinkedIn conta più di 433 milioni di utenti ed è in costante crescita anche in Italia con i suoi 9 milioni di iscritti.

Quindi, pagina alla mano e scopriamo che cosa ci aspetta da questo aggiornamento!

Nuova interfaccia: trovate le differenze!

Chi non è rientrato nel 5% dovrà portare ancora un po’ di pazienza ma ci assicurano che presto sarà attivo per tutti i profili. Non sentitevi esclusi e non soccombete alla pigrizia, inquadriamo subito le nuove funzionalità così da tornare, al momento giusto, ad utilizzarlo al massimo per il nostro lavoro!

Design

Ecco come si presenterà, graficamente, la vostra nuova home page! E non storcete il naso perché a quella vecchia vi eravate affezionati. Diamo il beneficio del dubbio a questa nuova interfaccia che, a detta di LinkedIn, è stata pensata proprio utilizzando i feedback inviati da noi utenti!

Visivamente semplificata, azzera completamente il gap grafico e funzionale tra la versione desktop e mobile, rendendo più facile il passaggio tra le due piattaforme. Inoltre, la user experience è stata migliorata, mettendo a disposizione dei professionisti nuove funzionalità per migliorare la ricerca e la connessione di persone e interessi, evidenziando le caratteristiche più rilevanti per l’utente.

Il risultato è un sito più intuitivo e incentrato a fornire un’esperienza mirata ai suoi fruitori.

Il design della nuova interfaccia LinkedIn 2016

Profilo

La nuova interfaccia modifica anche il profilo completo:

  • le informazioni di contatto saranno sulla colonna di destra, immediatamente visibili;
  • gli URL dei siti web verranno visualizzati per intero! E addio ai link troncati a metà…altamente fastidiosi! Inoltre sarà possibile aggiungere una descrizione al link che comparirà tra parentesi.

La nuova visualizzazione del profilo LinkedIn

Home Page

Una delle novità più corpose di questa nuova interfaccia, forse anche un po’ “ingombrante”, è la presenza in Home Page di un News Feed che ricorda molto da vicino, nel bene e nel male, quello di Facebook.

Allo stesso modo, potremo decidere di seguire o non seguire le news di altri utenti e nascondere ciò che non ci interessa.

Nessuna paura!

LinkedIn non vuole trasformare il vostro profilo professionale in una “bacheca” di interesse generale! Grazie alla News Feed sarà possibile individuare le offerte di lavoro, uno degli scopi principali di questo social, in maniera più veloce e chiara, snellendo la sezione apposita.

Altre novità riguardano le sezioni di navigazione: saranno in totale otto!
Home. La barra del menù si presenterà più sottile e le icone sono graficamente identiche tra la versione desktop e quella mobile. Sulla sinistra ci sarà una finestra riassuntiva del profilo con foto, breve descrizione professionale, il numero di persone che hanno visitato il profilo e il numero di articoli che abbiamo letto. Al centro (si come su Facebook!) ci sarà l’opzione per condividere e caricare un articolo o una foto e, al di sotto, quello per la creazione di un contenuto….E a destra? Pubblicità! Si come su Facebook! Ma ricordatevi che LinkedIn non è Facebook e che chi vi segue è interessato a voi come professionista e non come generatore di contenuti-fuffa!

La mia rete. In questa sezione continueranno ad essere visualizzati gli inviti e le persone che potresti conoscere e cliccare sul loro profilo ma le uniche azioni possibili su questi profili saranno “contatta” o “rimuovi”. Inoltre sono state rimosse le possibilità di tagging (si potranno ordinare i contatti solo per “aggiunti di recente”, “nome” e “cognome”) e di salvataggio delle ricerche. Non potete fare a meno di queste funzioni? Dovete passare alla versione Premium! (E LinkedIn vi offrirà tre mesi gratuiti per chi gli utilizza per la prima volta). Avrete fino al 31 Marzo 2017 per salvare, tramite un’azione apposita, i vostri tag e le vostre ricerche!

Nuova interfaccia per le sezioni di LinkedIn

Lavori. La sezione “candidature” è stata migliorata a livello di fruibilità.

Messaggistica. Avete trovato sempre poco pratico dover uscire da un articolo che stavate leggendo per rispondere a quel messaggio che vi guarda con insistenza dalla sua icona? D’ora in poi non dovrete più preoccuparvene perché potrete leggere e rispondere al messaggio senza abbandonare la pagina principale. Ultima trovata in casa Microsoft per la messaggistica sono le chatbox (già presenti su Skype) ovvero chat d’assistenza automatizzate basate sull’intelligenza artificiale.

Notifiche. LinkedIn ha riservato una sezione a parte per le “Notifiche” così da rendere più facile la visualizzazione delle richieste e rispondere. Permetteranno di rimanere aggiornati in tempo reale su: anniversari lavorativi, se un contatto ha pubblicato un articolo, compleanni, promozioni, su chi segue il profilo, su chi interagisce con i vostri contenuti, ecc.

Profilo. Con la nuova interfaccia questa sezione cambia anche di nome!La visualizzerete come “Me” ma le sue funzionalità non sono state modificate. Da qui potrete continuare a modificare il profilo, le impostazioni della privacy, accedere al centro assistenza, cambiare la lingua del profilo e fare l’upgrade del vostro account. Per chi gestisce i profili LinkedIn dei propri clienti è importante sapere che sono cambiate le dimensioni raccomandate per l’immagine di copertina: 1536 x 768 px. Per il resto il profilo non si discosta di molto dalla versione precedente se non che l’ordine delle sezioni Esperienza, Educazione, Volontariato, Skills e Raccomandazioni non potranno più essere modificate per mettere in evidenza l’una piuttosto che l’altra!

Ricerca.  Qui voglio tutta la vostra attenzione! Proprio in questa sezione sono stati apportati dei veri e propri cambiamenti e non solo di layout!Noterete che la “Ricerca Avanzata” non è più disponibile quindi non sarà più possibile filtrare la ricerca per parole-chiave, per nome e/o cognome, per titolo o località. Si potrà ancora filtrare per grado di connessione, nazione ma non per codice postale, azienda, titolo, lingua del profilo, no-profit e tipologia di scuola.La ricerca booleana è ancora possibile ma non è più così efficace come quando era associata alla ricerca avanzata.La ricerca avanzata è indispensabile per voi? Dovete fare l’upgrade a Premium.

More. Raccoglie tutte le opzioni “in più” offerte da LinkedIn. Potrete accedere a LinkedIn Learning, Pubblica un’offerta di lavoro, Gruppi, ProFinder, Lookup, SlideShare e sempre da qui potrete creare la vostra Company Page!

Nuova interfaccia: more Linkedin Products

Le differenze le abbiamo trovate, le abbiamo analizzate e adesso dobbiamo avere il tempo di metabolizzarle, e capire se ci piacciono o se chiederemo a gran voce la vecchia interfaccia!

Dovete sapere che LinkedIn ha apportato queste migliorie, non solo per soddisfare le richieste dei suoi utenti offrendo una user experience più intuitiva e più smart e per uniformarsi agli standard sempre più esigenti del Web 3.0.

Ha introdotto queste migliorie sopratutto per spingere gli utenti a prendere in considerazione di passare alla versione Premium così da poter sfruttare a pieno tutte le funzionalità per la nostra sfera lavorativa.

Sinceramente a me la nuova interfaccia non dispiace perché il cambiamento è indice di intelligenza e voglia di stare al passo con i tempi. Per adesso continuerò a tenere il mio account free perché le funzioni non più disponibili non fanno sentire ancora la loro mancanza ( io e l’algebra di Boole non siamo mai andati granché d’accordo) ma chissà che un giorno non toccherà anche a me! 🙂

E voi? Avete già provato la nuova interfaccia? Che ne pensate? Scrivetemi la vostra opinione nei commenti!

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top